Cura e trattamento disturbi alimentari

Il trattamento dei disturbi del comportamento alimentare (DCA) può essere molto complesso, ed è centrato sul riequilibrare il rapporto che la persona ha col cibo e con se stessa.

I principali disturbi dell’alimentazione sono anoressia nervosa, bulimia nervosa e il disturbo da alimentazione incontrollata (o Binge Eating Bisorder, BED).

I disturbi dell’alimentazione e della nutrizione devono essere trattati con le giuste terapie: la terapia è fondamentale per evitare che le difficoltà nel rapporto con il cibo mutino, sviluppando caratteristiche comportamentali e di pensiero invalidanti e cronicizzanti per la persona.

Trattamento dei disturbi alimentari - Psicologa Padova Elena Marchetti

Come posso aiutarti a superare i disturbi dell’alimentazione

Trattamento dei disturbi alimentari - Psicologa Padova Elena Marchetti

In un primo colloquio andremo ad esplorare le caratteristiche principali delle tue difficoltà legate ai disturbi dell’alimentazione.
Seguiranno poi altri colloqui di Assesment, fondamentali per avere un quadro concreto della situazione.
Intraprenderemo un percorso di consapevolezza, apprendimento e miglioramento, che ti farà stare inizialmente meglio e, successivamente, in salute e benessere.

Lavorando insieme, andremo a comprendere le emozioni che ti coinvolgono durante i pasti, quali variabili influenzano le tue sensazioni di mancato controllo, colpa e possibile vergogna: che siano riconducibili all’alimento, all’ambiente in cui mangi, alla compagnia sociale o al condizionamento che accusi dalla percezione del tuo corpo.

Scoprire le risposte a queste ultime domande avrà un unico effetto: farti sviluppare competenze indispensabili per il tuo benessere e crescita personale.

In quanto psicologo, specializzata in disturbi alimentari a Padova, sarò lieta di accoglierti nel mio studio per un primo colloquio; sono qui per ascoltarti!

Risposte a domande frequenti sui disturbi alimentari:

Quali sono i disturbi alimentari?

I disturbi del comportamento alimentare più conosciuti sono Anoressia Nervosa, Bulimia nervosa e Bing eating disorder.

Altri meno conosciuti ma ugualmente pericolosi e frequenti sono Anoressia Nervosa Atipica, Bulimia nervosa con una frequenza inferiore ,Sindrome da alimentazione notturna, Carboressia,Drunkoressia e Ortoressia, disturbo evitante/restrittivo dell’assunzione di cibo.

Come faccio a sapere se soffro di un disturbo alimentare?

Il miglior modo di sapere se soffri di un disturbo alimentare rimane quello di rivolgerti ad un professionista della salute mentale, che mediante l’utilizzo di strumenti diagnostici potrà effettivamente verificarne la presenza. Evita il “fai da te” o gli improvvisati, non giocare con la tua salute.

Che atteggiamento hanno le persone con disturbi alimentari nei confronti del cibo?

Spesso l’atteggiamento delle persone con queste difficoltà è di controllo o tentato controllo: la persona in base a obbiettivi più o meno consapevoli cerca di eseguire decisioni sulla scelta del prodotto, la quantità, con quale frequenza eseguire i pasti, l’ambiente in cui mangiare, con chi o se da soli. Spesso alcune scelte sono esercitate basandosi su informazioni erronee date dalla società o cercate su internet senza rivolgersi a esperti del settore: nutrizionisti, dietisti e psicoterapeuti specializzati nel trattare questo tipo di disturbo.

Come uscire dai disturbi alimentari?

Uscire dai disturbi alimentari è molto difficile e richiede l’aiuto professionale di un equipe di specialisti. Più è precoce la tendenza della persona nel iniziare un rapporto non genuino con l’alimentazione e più questa difficoltà può cronicizzarsi fino a far credere alla persona che non ci sia niente di male nel suo stile di vita.

Lo psicoterapeuta lavora con la persona per comprendere quali sono le sue difficoltà e come il disturbo si manifesta. Collabora con un dietista o nutrizionista per rendere più sicuro e completo il percorso di riabilitazione e per far raggiungere al paziente un equilibrio psichico, fisico, emotivo e alimentare.

Chi cura i disturbi alimentari?

Il disturbo del comportamento alimentare viene trattato da diverse figure professionali che collaborano tra loro: psicoterapeuta, nutrizionista/dietista, medico di base. Nei casi più gravi vengono coinvolti internista e psichiatra.

So ascoltare il mio corpo?

Il cibo è sempre stato visto come fonte di ricchezza e non solo come alimento utile alla nostra vita. Il cibo ci permette di utilizzare tutti i 5 sensi ed è per questo che, se la pietanza è da noi considerata gradita, ci coinvolge interamente nell’esperienza.

Molte difficoltà riguardanti l’alimentazione possono essere state innescate da apprendimenti di rinforzo con l’utilizzo del cibo. Il cibo utilizzato come premio, il cibo utilizzato come distrattore, il cibo utilizzato come fonte di consolazione e la mancanza di cibo utilizzata come punizione.

Se queste tendenze educative sono state utilizzate o apprese singolarmente dalla persona (Bambino/adolescente/adulto), l’alimento o specifici alimenti non vengono più intesi come fonte di nutrimento e soddisfazione: si modifica la loro funzione.

Più la difficoltà della persona è importante e più l’utilizzo del cibo diviene unica strategia di gestione, più si innesca una difficoltà alimentare.

Disturbi alimentari, fame nervosa e fame emotiva Psicologa padova elena marchetti

Troviamo insieme una soluzione: contattami

Informativa sulla Privacy

Seduta singola

Costo orario di € 70

Indirizzo Studio Marchetti

Via Altinate, 128, 35121 Padova PD

Orari Studio Marchetti

Lun - Ven: 10am - 7:30 pm
Sabato : 10am - 12:30am

Privacy Policy Cookie Policy